SEO off-page vs on-page: Qual è la differenza?

da | SEO

L’obiettivo di tutte le persone che aprono un sito web online è quello di posizionarsi tra i primi risultati di ricerca. Vorrebbero solo che gli utenti trovassero il loro brand e prodotti quando effettuano una ricerca su internet, in modo da accrescere l’awareness e aumentare anche le possibilità di vendita e guadagno.

La SEO (Search Engine Optimization) è estremamente importante al giorno d’oggi e rimane una delle principali strategie di marketing digitale per aumentare la visibilità online e generare traffico organico sul proprio sito web.

Quindi, se desideri posizionare al meglio il tuo sito online, non puoi rinunciare a una serie di strategie che si dividono principalmente in due gruppi: SEO off-page vs on-page. In questo articolo approfondiremo questi due aspetti, indicando le differenze e anche come mettere in pratica queste strategie.

1. Importanza di un’ottima strategia SEO

Il motivo principale per cui la SEO è ancora così importante è il fatto che i motori di ricerca sono ancora la principale fonte di traffico sul web. Gli utenti utilizzano i motori di ricerca per cercare informazioni, prodotti e servizi e la maggior parte di loro non va oltre i primi risultati della ricerca. Pertanto, se il tuo sito web non è ben posizionato nei risultati di ricerca, perderai un sacco di traffico e potenziali clienti.

Inoltre, la concorrenza online è diventata sempre più feroce e la SEO è un modo efficace per differenziarsi e distinguersi dalla concorrenza. Con una buona strategia di SEO, puoi raggiungere il tuo pubblico di riferimento e ottenere un vantaggio competitivo nel tuo settore.

2. Differenze tra SEO off-page e SEO on-page

La SEO on-page e la SEO off-page sono due aspetti importanti che lavorano insieme per migliorare la visibilità di un sito web sui motori di ricerca.

SEO on-page ➡️ Cominciamo da qualche definizione. La SEO on-page si concentra sulla creazione di contenuti di qualità per il sito web e sulla loro ottimizzazione per i motori di ricerca. Ciò include la ricerca delle parole chiave pertinenti, l’ottimizzazione dei titoli delle pagine, delle descrizioni meta, dei tag header, dei testi e delle immagini per le parole chiave prescelte. In sostanza, la SEO on-page riguarda tutti gli elementi che possono essere controllati direttamente sul sito web stesso.

SEO off-page ➡️ La SEO off-page, d’altra parte, si concentra sulle attività al di fuori del sito web che possono influire sul posizionamento nei motori di ricerca. Questo include la costruzione di backlink di alta qualità provenienti da siti web affidabili e pertinenti, la partecipazione a forum e discussioni online per aumentare l’engagement degli utenti, la presenza sui social media per promuovere il sito web e la condivisione di contenuti sui social media. In altre parole, la SEO off-page riguarda tutte le attività che possono influire sull’autorità e la reputazione del sito web.

Prenota la chiamata conoscitiva

3. Strategie SEO on-page

Partiamo dalle strategie più semplici da gestire, quelle on-page.

3.1 Ricerca di parole chiave

La ricerca delle parole chiave è la prima fase dell’ottimizzazione SEO, la base che non si può sottovalutare.

Consiste nell’individuare le parole e le frasi che gli utenti digitano nei motori di ricerca quando cercano informazioni su un determinato argomento. La ricerca di parole chiave è importante perché consente di comprendere quali sono i termini di ricerca più utilizzati dagli utenti interessati a un determinato argomento e di utilizzare queste informazioni per creare contenuti che rispondano alle loro esigenze.

La ricerca di parole chiave è anche utile per identificare le parole chiave che sono più competitive e che possono richiedere più tempo e risorse per essere posizionate nei motori di ricerca, così come per individuare parole chiave meno competitive ma che possono essere utilizzate per posizionarsi su nicchie specifiche di mercato. 

Per condurre una ricerca di parole chiave efficace, è importante utilizzare strumenti appositi come:

  • Google Keyword Planner;
  • SEMrush;
  • Ahrefs;
  • Moz Keyword Explorer.

Essi consentono di identificare le parole chiave più pertinenti, di analizzare la loro concorrenza e di suggerire altre parole chiave correlate. 

Una volta individuate le parole chiave, queste possono essere utilizzate in modo strategico all’interno dei contenuti del sito web, nei titoli, nelle descrizioni e negli attributi delle immagini, al fine di migliorare la posizione sui motori di ricerca.

3.2 Altri fattori vitali per la SEO on-page

Siamo portati a pensare che la SEO on-page interessi solo la creazione di contenuti di qualità e la cura di titoli, meta description, URL ecc.

Le URL devono essere brevi, pertinenti e contenere le parole chiave scelte, i titoli e i tag devono essere accurati, le meta descrizioni devono essere concise e pertinenti, fornendo una breve descrizione del contenuto della pagina, certamente, ma questo non basta per fare una buona SEO on-page.

Conosci le core web vitals?

3.2.1 I Core Web Vitals

Core Web Vitals è un insieme di metriche relative alle prestazioni dei siti web che Google ha introdotto come parte dei suoi fattori di posizionamento per l’ottimizzazione dei motori di ricerca.

Le Core Web Vitals si concentrano su tre aspetti chiave dell’esperienza dell’utente:

  • Largest Contentful Paint (LCP): misura il tempo impiegato dal sito web per caricare il contenuto principale della pagina. L’obiettivo è che LCP si verifichi entro 2,5 secondi dall’inizio del caricamento della pagina
  • First Input Delay (FID): si riferisce al tempo che intercorre tra il momento in cui l’utente interagisce con il sito web (ad esempio, cliccando su un pulsante) e il momento in cui il sito web risponde all’interazione. Il FID dovrebbe essere inferiore a 100 millisecondi
  • Cumulative Layout Shift (CLS): misura la stabilità visuale del sito web durante il caricamento. L’obiettivo è che il valore di CLS sia inferiore a 0,1.

 

L’obiettivo di Google nell’introdurre le Core Web Vitals come fattori di posizionamento è quello di favorire l’ottimizzazione della user experience dei siti web, premiando i siti che offrono un’esperienza di navigazione più veloce, interattiva e stabile per gli utenti. Se presti attenzione a queste caratteristiche, puoi dire di possedere un sito web ben ottimizzato.

Passiamo oltre e vediamo altre caratteristiche a cui devi prestare attenzione quando crei il tuo sito online.

3.2.2 Altre caratteristiche di SEO on page

La velocità di caricamento di un sito web è un fattore importante per la SEO perché i motori di ricerca, come Google, considerano la velocità di caricamento come un indicatore della qualità complessiva del sito web e dell’esperienza dell’utente. Se un sito web richiede molto tempo per caricare le pagine, gli utenti possono abbandonare il sito e cercare informazioni altrove. 

Altro fattore a oggi importantissimo è quello che riguarda l’utilizzo dei siti web da dispositivo mobile. Un sito web mobile-friendly è un sito che è stato progettato per essere visualizzato e utilizzato su dispositivi mobili, come smartphone e tablet, in modo efficiente e user-friendly. 

Nel corso degli anni, l’utilizzo di dispositivi mobili per navigare in Internet è cresciuto in modo esponenziale, superando il traffico desktop. Un sito web mobile-friendly permette agli utenti di accedere e navigare il sito web in modo più semplice e veloce sui loro dispositivi mobili, aumentando il traffico e migliorando l’esperienza dell’utente.

Google ha poi adottato il mobile-first index dal 2018, il che significa che il motore di ricerca utilizza la versione mobile di un sito web come versione primaria per l’indicizzazione e il ranking delle pagine nei risultati di ricerca. Se un sito web non è mobile-friendly, rischia di perdere posizioni nei risultati di ricerca mobili, che possono rappresentare la maggior parte del traffico.

3.3 Internal linking

Le strategie di internal linking si riferiscono alle tattiche utilizzate per collegare le pagine di un sito web tra loro, utilizzando i link interni. Quando si utilizzano collegamenti interni efficaci, si crea una struttura di navigazione logica per il sito web, che aiuta gli utenti e i motori di ricerca a comprendere come le pagine sono collegate tra loro e qual è la loro importanza relativa.

Un buon collegamento interno può far sì che gli utenti rimangano più a lungo sul sito web, poiché possono trovare contenuti rilevanti e interessanti e inoltre aumenta la percezione di autorevolezza.

Per implementare strategie di internal linking efficaci, dovresti inserirne nella parte iniziale del paragrafo, in modo che gli utenti possano facilmente individuare il link, “dentro” alle keywords principali, per invitare i lettori a cliccarvi sopra.

I link interni dovrebbero essere utilizzati per collegare pagine con contenuti correlati, in modo che gli utenti possano facilmente trovare informazioni pertinenti. Inoltre, consiglio di utilizzare una gerarchia di link, in cui le pagine più importanti sono collegate da più pagine rispetto a quelle meno importanti. Questo aiuterà a trasmettere la loro importanza ai motori di ricerca.

Prenota la chiamata conoscitiva

4. Strategie SEO off-page

Passiamo ora a quelle che vengono indicate come strategie SEO off-page, ovvero che si concentrano sul miglioramento della reputazione del tuo sito web su Internet, aumentando l’autorevolezza, la visibilità e la popolarità del sito web al di fuori della tua pagina web. Queste strategie sono importanti perché i motori di ricerca utilizzano segnali esterni per valutare la qualità del tuo sito web e decidere il posizionamento nelle pagine di ricerca. 

4.1 Link building

Acquisire link di qualità da altri siti web è una delle principali strategie off-page per migliorare il posizionamento del tuo sito web e sicuramente ne avrai sentito parlare. 

Il link building è la pratica di ottenere link di qualità da altri siti web che puntano al tuo sito web. Questa attività è importante per la SEO perché i motori di ricerca considerano i link come segnali di autorevolezza e popolarità del sito web. Quando un sito web di autorità ti linka, il tuo sito web sarà esposto a un nuovo pubblico di utenti, aumentando la visibilità del tuo sito web.

Inoltre, i link di qualità possono migliorare il posizionamento del tuo sito web nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca, poiché i motori di ricerca tendono a considerare i link come uno dei fattori di ranking più importanti.

Ci sono diverse tecniche per acquisire link, come la guest posting, la partecipazione a forum, la creazione di contenuti virali o l’ottenimento di link da siti di autorità, ma non è questa la sede ideale per approfondire un discorso così vasto e interessante.

4.2 Menzioni

Le menzioni sono quei collegamenti che si verificano quando una piattaforma cita il tuo sito web. Può trattarsi di forum, le directory online, i siti come TripAdvisor e simili. 

Queste sono molto utili in quanto aumentano la visibilità e la rilevanza del tuo sito web su Internet, anche se non forniscono un vantaggio diretto in termini di link building.

Le menzioni su diverse piattaforme possono anche aiutare a migliorare la posizione del tuo sito web nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca, poiché i motori di ricerca considerano le menzioni come segnali di autorevolezza e rilevanza del tuo sito web.

4.3 Social media

Lo stesso discorso delle menzioni vale un po’ anche per i social network. Google indicizza le pagine sulle principali piattaforme di social media, quindi la pubblicazione costante su questi siti ti aiuta a migliorare il posizionamento del tuo sito.

Nota anche un altro aspetto: i social offrono molta risonanza a delle news, quindi ti consiglio di creare sempre contenuti ben condivisibili sui social per espandere ancora di più la tua base utenti.

4.4 Google Business Profile

Google Business Profile (ex Google My Business) è estremamente importante per la SEO, soprattutto locale. Ne abbiamo già parlato in un altro contenuto.

GMB aiuta le imprese a migliorare la visibilità locale attraverso la ricerca di Google e Google Maps. Utilizzando GMB, le imprese locali possono apparire nella sezione “3-Pack” dei risultati della ricerca locale, che mostra le prime tre aziende locali pertinenti alla query di ricerca dell’utente.

GMB consente alle imprese di fornire informazioni utili ai propri clienti, come l’indirizzo, il numero di telefono, gli orari di apertura e altro ancora, facilitando l’accesso alle informazioni pertinenti dell’azienda. Quindi, si tratta di uno strumento davvero utile e flessibile, anche per raccogliere i feedback degli utenti.

In conclusione, entrambe le tecniche di SEO sono importanti per il successo del tuo sito web. La SEO on-page è la base su cui costruire la tua strategia di SEO, mentre la SEO off-page può aiutarti a migliorare la tua autorità e la tua visibilità online. Insieme, la SEO on-page e quella off-page possono migliorare la tua posizione nelle SERP di Google e aumentare il traffico organico al tuo sito web. 

Continua a seguire questo blog per ottenere sempre nuovi contenuti e dare un boost di visibilità alle tue pubblicazioni online!

Potrebbero interessarti anche