Se c’è una cosa che tutti i marketer sanno, è che l‘obiettivo finale di qualsiasi campagna di marketing è quello di generare un profitto. Ecco perché il ROI, ovvero il Return On Investment, è diventato un termine così importante nel mondo del marketing digitale.

Ma cosa c’entra la SEO, ovvero l’arte di posizionare il proprio sito web in cima ai risultati di ricerca organici, con il calcolo del ROI? La risposta è semplice: la SEO è uno degli strumenti più efficaci per generare traffico e guadagni sul proprio sito web. Come abbiamo sottolineato negli scorsi contenuti, l’ottimizzazione SEO richiede degli investimenti in termini di denaro e di tempo, quindi, per essere considerata efficace, dovrebbe offrire dei risultati all’altezza delle aspettative anche in termini di profitti.

In questo articolo, esploreremo il concetto di ROI collegato alla SEO, e vedremo come una strategia ben pianificata può portare a un ritorno sull’investimento significativo per il tuo business. Ma non ci fermeremo solo a teoria: vedremo anche cinque esempi concreti di ROI nella SEO per dimostrare il valore di questa pratica.

Cos’è esattamente il ROI?

Il ROI, acronimo di Return On Investment, è una metrica che ti aiuta a capire se un investimento ha generato un profitto o una perdita. In altre parole, il ROI è una misura dell’efficacia dell’investimento che hai fatto. Il calcolo del ROI si basa sulla seguente formula:

ROI = (Guadagno – Costo) / Costo

Dove il guadagno è la somma totale di denaro guadagnata grazie all’investimento e il costo è il costo totale dell’investimento. Questo è il calcolo del ROI per quanto riguarda qualsiasi forma di investimento, si tratti di un esborso di denaro per ottenere rendite passive o per avviare una campagna pubblicitaria.

Ma come calcolare il ROI in ambito SEO?

per calcolare il roi della seo, è necessario fare il ritorno economico meno il costo dell'investimento, diviso per l'investimento
Fonte: SEObility Wiki

ROI in ambito SEO: come si calcola?

Prima di tutto, diamo un’occhiata alla formula per il calcolo del ROI nella SEO:

ROI = (Guadagni totali – Costo totale) / Costo totale x 100

In pratica, questa formula ti consente di capire se la tua strategia SEO sta generando un profitto o una perdita. I guadagni totali includono tutte le conversioni o le vendite generate grazie alla tua strategia SEO, mentre il costo totale include tutti i costi associati alla tua strategia SEO, come il costo di un servizio di SEO, il costo di creazione di contenuti, il costo di pubblicità e così via.

Ma perché dovresti preoccuparti del ROI nella SEO? Semplice: perché è la metrica che ti consente di capire se la tua strategia SEO sta davvero funzionando. Senza conoscere il tuo ROI, potresti essere in grado di vedere il traffico organico che arriva al tuo sito web, ma non saprai se questo traffico si traduce in guadagni.

Componenti del ROI nella SEO

Come hai potuto vedere, dal calcolo del ROI applicato sia alla SEO che alle varie forme di investimento puoi comprendere che per conoscere il ritorno devi considerare principalmente due fattori:

  • Costi: questo include tutti i costi associati alla tua strategia SEO, come il costo di un servizio di SEO, il costo di creazione di contenuti, il costo di pubblicità e così via
  • Guadagni: questo include tutte le conversioni o le vendite generate grazie alla tua strategia SEO.

Tuttavia, non sono gli unici elementi a cui devi prestare attenzione. In primis, non sottovalutare il tempo necessario per ottenere i primi risultati

La SEO è una strategia a lungo termine e i risultati non si vedono immediatamente. Ci vuole tempo perché i motori di ricerca indicizzino e classifichino il tuo sito web. Ciò significa che è importante tenere in considerazione il tempo necessario per ottenere i risultati della tua strategia SEO nel calcolo del ROI. Se non lo fai, potresti sovrastimare il tuo ROI e finire per fare investimenti sbagliati.

La durata dell’investimento è un fattore importante da considerare perché la SEO è un processo continuo. Vuol dire che dovrai continuare a investire tempo e risorse nella tua strategia SEO per mantenere i tuoi risultati. 

La complessità della tua strategia SEO è un altro fattore che può influire sul ROI. Una strategia SEO più complessa potrebbe richiedere maggiori risorse e competenze per essere implementata e mantenuta, il che potrebbe incidere sui costi complessivi della tua strategia. D’altra parte, una strategia SEO più semplice potrebbe non essere altrettanto efficace nel generare risultati.

Infine, tieni conto delle fluttuazioni del mercato che possono influenzare il ROI della tua strategia SEO. I cambiamenti nell’algoritmo di ricerca dei motori di ricerca, i nuovi competitor che entrano nel mercato e altri fattori esterni possono influenzare il posizionamento del tuo sito web sui motori di ricerca e quindi il ROI della tua strategia SEO.

Insomma, come vedi, il calcolo del ROI quando si tratta di SEO è molto più complesso che in altri ambiti. 

5 interventi, 5 ROI diversi: casi pratici

In questo capitolo, esploreremo alcuni esempi concreti di ROI nella SEO per aiutare le aziende a comprendere il valore della loro strategia di SEO e come possono misurare i risultati ottenuti. Vedremo come la SEO può influire sulle visite al sito web, le conversioni, i costi pubblicitari e molto altro ancora. Inoltre, analizzeremo come il tempo necessario per ottenere i risultati, la durata dell’investimento, la complessità della strategia e le fluttuazioni del mercato possono influire sul ROI nella SEO.

Esempio 1: Incremento delle visite al sito web

Supponiamo che un’azienda stia investendo €10.000 all’anno in una strategia di SEO per incrementare il traffico al proprio sito web. Potrebbe prevedere interventi come la ricerca e l’uso di parole chiave pertinenti, creare contenuti di alta qualità, coinvolgenti e informativi per il pubblico, ottenere backlink da altri siti web, l’ottimizzazione tecnica del sito, come la velocità di caricamento delle pagine, l’usabilità e la struttura, l’ottimizzazione per la ricerca locale, l’uso di strumenti di analisi per monitorare il traffico.

Dopo un anno, l’azienda rileva un aumento del 50% delle visite al sito web rispetto all’anno precedente. Se supponiamo che il valore di ogni visita al sito sia di €2, il valore totale delle visite al sito web incrementate sarebbe di €30.000.

Per calcolare il ROI, dobbiamo sottrarre i costi dall’incremento dei guadagni e poi dividere il risultato per i costi iniziali. Quindi, per il nostro esempio:

ROI = (€30.000 – €10.000) / €10.000 = 2

Il ROI sarebbe quindi del 200%, il che significa che l’azienda ha ottenuto un guadagno del 100% rispetto all’investimento iniziale di €10.000.

Esempio 2: Incremento delle conversioni

Ci sono molti interventi che un’azienda può fare per aumentare le conversioni online, come migliorare l’esperienza utente del sito web, ottimizzare le sue pagine, creare contenuti condivisibili sui social e che creino engagement, automatizzare la comunicazione ecc.

L’azienda dovrà quindi determinare il costo totale dell’investimento, diciamo 10000 dollari come prima. 

In questo caso, il guadagno sarà rappresentato dal valore incrementale delle conversioni ottenute grazie all’investimento. Ad esempio, supponiamo che l’azienda abbia raggiunto un aumento del 20% delle conversioni grazie alla campagna di marketing online. Se in precedenza l’azienda aveva 1.000 conversioni al mese, con l’investimento ha ottenuto un incremento di 200 conversioni al mese, per un totale di 1.200 conversioni al mese.

Supponiamo che il valore medio di ogni conversione sia di 100 euro. In questo caso, il guadagno totale è di 120.000 euro (1.200 conversioni al mese x 100 euro per conversione).

Il ROI è del 1.200%. La formula sarebbe: ((Guadagno Totale / Costo Totale) x 100) = ROI.

Un ROI del 1.200% indica che l’investimento ha generato un guadagno netto di 110.000 euro rispetto al costo totale dell’investimento di 10.000 euro. In altre parole, per ogni euro investito, l’azienda ha ottenuto un guadagno di 12 euro.

Esempio 3: Riduzione dei costi pubblicitari

Supponiamo che l’azienda X abbia speso 10.000 euro in pubblicità online nel primo trimestre dell’anno e abbia ottenuto un totale di 500 conversioni. L’azienda ha deciso di investire in SEO per migliorare la posizione del proprio sito web nei risultati di ricerca e ridurre i costi pubblicitari.

Dopo aver investito 5.000 euro in SEO, l’azienda ha ottenuto un aumento del traffico organico al sito web del 30%, raggiungendo un totale di 10.000 visite uniche al mese. Supponiamo inoltre che la percentuale di conversioni sia rimasta costante, e che l’azienda abbia ottenuto altri 500 conversioni grazie al traffico organico.

In questo caso, il ROI della SEO può essere calcolato come segue:

ROI = (Guadagno – Costo) / Costo x 100%

Guadagno = (Numero di conversioni x Valore medio della conversione)

Supponendo che il valore medio di ogni conversione sia di 50 euro, il guadagno totale dell’azienda è di 50 euro x 1.000 conversioni = 50.000 euro.

ROI = (50.000 euro – 5.000 euro) / 5.000 euro x 100% = 900%

In questo esempio, l’azienda ha ottenuto un ROI del 900% grazie all’investimento in SEO. Ciò significa che ogni euro speso in SEO ha generato un guadagno di 9 euro per l’azienda. Inoltre, l’azienda ha ridotto i costi pubblicitari del 50% rispetto al trimestre precedente, risparmiando 5.000 euro.

Esempio 4: Aumento del traffico organico

Supponiamo che un’azienda abbia deciso di investire in SEO per aumentare il traffico organico al proprio sito web. Inizialmente, l’azienda ha investito €10.000 in un’attività di SEO per ottimizzare il sito web e migliorare la sua visibilità sui motori di ricerca. Dopo 6 mesi, l’azienda ha riscontrato un aumento del traffico organico del 50% e un aumento delle vendite online del 20%.

Per calcolare il ROI dell’investimento in SEO, dobbiamo considerare il costo dell’investimento (€10.000) e il guadagno generato dall’aumento delle vendite online. Supponiamo che l’azienda abbia generato €50.000 di guadagno in vendite online grazie all’aumento del traffico organico.

Il ROI può essere calcolato come:

ROI = (Guadagno – Costo dell’investimento) / Costo dell’investimento

In questo caso, il ROI sarebbe:

ROI = (€50.000 – €10.000) / €10.000 = 4

Ciò significa che per ogni euro investito in SEO, l’azienda ha ottenuto un guadagno di €4. In altre parole, l’investimento in SEO ha generato un ROI del 400%.

Questo risultato è molto positivo e dimostra che l’investimento in SEO ha prodotto un ritorno molto alto sull’investimento. Inoltre, il ROI può essere usato come metrica di riferimento per valutare la redditività di altre attività di marketing e decidere dove concentrare i propri sforzi e budget in futuro.

Esempio 5: Miglioramento della posizione sui motori di ricerca

Per migliorare il posizionamento sui motori di ricerca, un’azienda può adottare diverse strategie e interventi. Innanzitutto, è importante condurre un’analisi approfondita delle parole chiave utilizzate nel proprio settore di mercato e cercare di ottimizzare il sito web per queste parole chiave. Inoltre, l’azienda può adottare strategie di link building, ovvero cercare di ottenere link da altri siti web di alta qualità che puntino al proprio sito web. Questo può migliorare l’autorevolezza e la reputazione del proprio sito web agli occhi dei motori di ricerca.

Inoltre, l’azienda può lavorare sulla creazione di contenuti di alta qualità e di valore per i propri utenti. Questi contenuti possono essere sotto forma di blog, guide o risorse utili per il proprio pubblico di riferimento. Questi contenuti di alta qualità possono attirare l’attenzione dei motori di ricerca e portare a un miglior posizionamento sulle pagine dei risultati di ricerca.

Supponiamo che l’azienda abbia investito €8.000 in attività di SEO, tra cui ottimizzazione del sito web, link building e creazione di contenuti di alta qualità. Dopo sei mesi, l’azienda ha registrato un aumento del traffico organico del 30% e un aumento delle vendite online del 15%.

Per calcolare il ROI dell’investimento in SEO, dobbiamo considerare il costo dell’investimento (€8.000) e il guadagno generato dall’aumento delle vendite online. Supponiamo che l’azienda abbia generato €40.000 di guadagno in vendite online grazie all’aumento del traffico organico.

Il ROI può essere calcolato come:

ROI = (Guadagno – Costo dell’investimento) / Costo dell’investimento

In questo caso, il ROI sarebbe:

ROI = (€40.000 – €8.000) / €8.000 = 4

Questo significa che l’investimento in SEO ha generato un ROI del 400%, ovvero un guadagno di €4 per ogni euro investito.

In conclusione, il calcolo del ROI è un passaggio importante per misurare l’efficacia di una strategia SEO e capire se l’investimento effettuato sta generando un ritorno positivo sull’investimento. Come hai potuto constatare, si può applicare a qualsiasi intervento, dal miglioramento del posizionamento all’aumento delle visite al sito, dalla riduzione dei costi pubblicitari all’aumento del traffico organico.

Usa questa metrica quando elabori una strategia SEO e ricorda che il ROI può sempre essere ottimizzato.